Famedio


In via Garibaldi si trova un tempio a pianta ottagonale, oggi adibito a Famedio (tempio degli uomini illustri) in onore dei caduti di tutte le guerre. In origine la chiesa era dedicata alla Madonna del Rosario: fu infatti su richiesta della Compagnia del Santissimo Rosario che Ferdinando I Gonzaga ne ordinò la costruzione nel 1640. La chiesa venne sconsacrata alla fine del ‘700 e riconsacrata come Famedio nel 1922. Nello stesso anno fu demolito il campanile a cuspide, pericolante dopo il fulmine che lo colpì nel 1903, fu rifatta la copertura, e l’edificio fu innalzato di qualche metro con la sovrapposizione sul tetto di una edicola con la statua della Vittoria.




Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi